IADC, ovvero come curare il lutto grave con l’esperienza del ricongiungimento

Dal 26 al 28 ottobre 2018 si svolgerà a L’Aquila, presso il
Canadian Hotel (Loc. Casermette) – 67100 – L’Aquila
(100 mt dall’uscita “L’Aquila Ovest” dell’A24),  con il patrocinio della Regione Abruzzo e del Comune de L’Aquila, la Settima Edizione del Convegno Nazionale “La Vita oltre la Vita”. Venerdì 26 ottobre alle 16,15 si svolgerà la mia relazione:  “IADC, ovvero come curare il lutto grave con l’esperienza del ricongiungimento”.

IADC ed esperienze di pre-morte

Le Near Death Experience (NDE) o esperienze di pre-morte, nella dizione italiana, sopravvengono soprattutto dopo il momento della morte clinica e altre volte nel corso di uno stato di coma. La diffusione della loro memoria è tutt’altro che trascurabile, giacché secondo i sondaggi realizzati corrisponde al 5% della popolazione americana e al 4,2% di quella tedesca. Si tratta di esperienze che possono essere molto complesse, di cui considereremo qui solo gli aspetti che concernono il ricongiungimento con i propri cari e i paesaggi che possono fare da contesto all’incontro con essi.  A questo riguardo ci sono infatti forti similarità fra la fenomenologia delle IADC e quella delle Near Death Experience.


Leggi tutto “IADC ed esperienze di pre-morte”

ADC e Teoria dell’attaccamento

La terapia dell’IADC si colloca nel solco tracciato dalla Teoria dell’Attaccamento, la più importante tradizione psicologica di riflessione teorica e di ricerca empirica su come gli esseri umani rispondono quando  si sentono separati dai propri cari, li perdono o percepiscono la minaccia che tali eventi possano accadere. Come affermava lo psicoanalista inglese John Bowlby, che diede inizio a questo modello, il bisogno affettivo dell’altro significativo e il legame con lui ci accompagna tutti dalla culla alla tomba.


Leggi tutto “ADC e Teoria dell’attaccamento”

Le ADC Spontanee

Le  after death communication sono esperienze di comunicazione con un proprio caro che sopravvengono in modo inaspettato e del tutto involontario dopo la sua morte. Bill e Judy Guggenheim nel loro libro “Voci dal cielo” hanno dato un grande contributo alla conoscenza di tali esperienze. Nel corso di sette anni di ricerca sono riusciti a raccogliere le testimonianze di ben duemila persone.  Analizzando le esperienze che venivano loro narrate, i Guggenheim le hanno suddivise in vari tipi.


Leggi tutto “Le ADC Spontanee”